giovedì , luglio 27 2017
Home / Linux / Newbie Question: Webmin
webmin interface
webmin interface

Newbie Question: Webmin

Spesso, anzi lo devo ammettere quasi sempre, uso e consiglio di usare la shell per operare sui vari strumenti di configurazione del sistema.

Tuttavia è sempre importante ricordare come ormai i sistemi GNU/Linux forniscano anche molti software grafici per compiere le stesse attività.

Ma va sottolineato che molto spesso, anzi quasi sempre ;), dare dei comandi tramite terminale e molto più veloce e pratico ed inoltre i comandi normalmente non cambiano, anche tra distro e distro, mentre le GUI delle applicazioni possono variare da versione a versione.

Mi rendo conto però che questo “mondo” fatto di istruzioni testuali ad alcuni possa sembrare ostico.

Dover ricordare i giusti passaggi e non commettere alcun errore di battitura, pena la mancata esecuzione del comando, forse non è proprio da tutti.

Per questo oggi andremo a vedere un programma che può essere un po’ più utile ai meno “terminal addicted”.

Il programma in questione si chiama Webmin ed è quasi certamente, a meno che non usiate distro “esotiche”, presente nei repository della vostra distribuzione.

Come è facilmente intuibile dal nome, si tratta di uno strumento di amministrazione web-based.

Il programma, anche se è basato su tecnologie web, viene eseguito sul nostro PC e non coinvolge in alcun modo il Cloud.

Webmin infatti, dispone di un proprio web server incorporato, e non dovrete quindi preoccuparvi di installare Apache et similia.

Una volta montato e avviato ( di solito come servizio) è possibile aprire il browser e digitare l’indirizzo http://localhost:10000, per poter accedere all’interfaccia del programma ed iniziare ad esplorare le tante opzioni disponibili.

A seconda di come Webmin viene configurato, potrebbe essere necessario usare https, anziché http.

Per accedere vi verrà richiesto di inserire un nome utente ed una password, che solitamente sono i dati corrispondenti all’utente root, altrimenti non potete modificare le impostazioni di sistema.

Ma al di là di programmi come Webmin e delle varie interfacce grafiche, esorto sempre a studiare un po’ di istruzione per l’uso della shell.

Imparare ad usare la shell può tornare sempre utile in moltissime occasioni, prima fra tutte quando il sistema non vuole avviarsi e dovete lavorare per forza da riga di comando.

About Giuseppe Pignataro

GNU/Linux Jedi and Technology Lover. I collaborate on different open/free software project. Member of EFF and Libreitalia. Network and Sys Admin.

Check Also

Swap file ubuntu

Come Windows, anche Ubuntu 17.04 usa un file di swap

Se avete scaricato e installato l’ultima versione di Ubuntu, la 17.04, una delle nuove caratteristiche …